Istallate le colonnine per la ricarica elettrica di in piazzale Matrice

Grande è la soddisfazione del sindaco Fallone e dell’assessore all’ambiente Corsetti. Il progetto, annunciato nei mesi scorsi dall’assessore all’Ambiente Isabella Corseti, è realtà incentivando una politica di tutela e salvaguardia […]

Esplora contenuti correlati

Festa del Patrono San Giovanni Battista

Giorno di festività: 24 Giugno

Anche questa ricorrenza è molto sentita dai nostri compaesani, essendo il patrono del nostro paese, quindi tutti sentono il dovere di partecipare a questo evento. La processione partendo dalla chiesa che porta lo stesso nome del patrono attraversa tutto il centro storico. Le origini della nostra parrocchia sono antichissime, la prima edificazione risale all’anno mille, chiaramente le dimensioni della chiesa erano ridotte, proporzionali alla popolazione residente in quel periodo. Di essa per lungo tempo non si hanno notizie, il che ci fa ritenere che gli archivi della chiesa siano andati distrutti o per incuria o probabilmente a causa di un incendio. Per la sua forma e struttura il periodo di edificazione non dovrebbe essere superiore del secolo XIV.

La chiesa inizialmente apparteneva ed era mantenuta dall’università la quale provvedeva a tutto ciò che occorreva, soltanto quando c’era bisogno di restauri o interventi di manutenzione importanti intervenivano nelle spese i proprietari delle cappelle laicali erette all’interno della chiesa. Infatti il Cayro nella sua ” storia civile e religiosa della diocesi di Aquino” ci parla degli altari presenti nella chiesa, tra cui l’altare maggiore dedicato al protettore, quello dello Spirito Santo di proprietà della famiglia Pesce trasferita poi ai Frenzilli, la cappella del Crocifisso appartenente a Giovanni Antonelli, l’altare del SS. Sacramento, l’altare della pietà edificato per volontà di alcune donne, l’altare S. Maria delle Grazie edificato per volontà di Ludovico Cacciaconte, l’altare del SS. Rosario della famiglia Cernitore, l’altare della Madonna degli Angeli della famiglia Cayro.

Attualmente la nostra chiesa ha bisogno di importanti lavori di restauro, però non si riescono a trovare i fondi per eseguire tali lavori, si spera che con il buon senso ed il contributo di tutti i cittadini si riesca ad intervenire prima che sia troppo tardi.

Condividi: